Dicembre 7, 2018

Non troverete i Greta Van Fleet

Nella sbornia disintermediata, dove tutto è alla portata di tutti, e tutti consumiamo in maniera a-critica, giova mettere ogni tanto un po’ di ordine.

Quasi fine anno e spuntano da ogni dove resoconti, listoni del meglio, del peggio o, più spesso, di ciò che si porta e di cui si deve parlare per non dare l’impressione di vivere su Marte. Lo ha fatto anche The Wire, che è l’unica rivista musicale cartacea che abbia ancora un senso seguire in maniera assidua, non fosse altro che perché è l’unica a provare una visione della musica di oggi e di domani, senza troppe concessioni a quella che è stata la musica di ieri.

Il suo rewind finale è ormai un classico. Cui si aggiunge, da qualche anno, anche quello delle ristampe: un modo per celebrare musica sempre nuova, perché ripescata da un passato per lo più inosservato.

Ho messo insieme, in due playlist di Apple Music (ma la speranza è che qualcuno abbia fatto lo stesso anche su Spotify e su altri servizi), i due listoni di cui sopra.

E buon ascolto.